Bologna - Tarocchi

Mercoledì 26 aprile 2017 - ore 21,30

 

 I TAROCCHI: DA GIOCO ETICO A CARTE DEL DESTINO

 

Relatore: Prof. Andrea Vitali 

 

 

Officina del Corpo e dell'Anima

Via Misa 7  / Esterno 28

(Per il navigatore Via Misa 9) 

Bologna

 

Ingresso Libero

 

 

Giustizia

 

 

 

L'immaginario collettivo odierno considera i tarocchi semplicemente come carte da utilizzarsi per la divinazione. Molti rimarrebbero stupiti se venissero a conoscenza che i tarocchi sono da sempre oggetto di tesi universitarie e studi accademici incentrati sui molteplici aspetti che questo sistema simbolico esprime in campo filosofico, religioso, antropologico, psicologico, artistico e letterario. La storia dei tarocchi non cela alcun misteroi: in base ai documenti sappiamo che vennero ideati nella Bologna di inizio Quattrocento come gioco di carte con contenuti etici cristiani. In pratica una specie di catechismo che i giocatori potevano rimandare alla mente attraverso l'utilizzo ludico. Un percorso mistico in grado di condurre il Matto, che la Chiesa del tempo identificava come colui non credeva in Dio, a divenire, attraverso l'osservanza dei precetti espressi dagli altri 21 Trionfi (ovvero gli Arcani Maggiori), folle di Dio come lo divenne il santo più popolare, cioè San Francesco. Conosciamo anche che il termine Tarocco , come trasmessoci dalla letteratura del tempo, significava una persona folle, mancante di ragione. La divinazione con queste carte avvenne in epoca più tarda, sul finire del Settecento. Fu Carl Gustav Jung, attraverso le sue teorie sull'energia del simbolo, a comprendere e a spiegare i meccanismi grazie ai quali i simboli, comprese quindi le carte dei tarocchi, possono porsi come strumenti per indagare l'inconscio prevedendo nel contempo gli eventi futuri.

 

Andrea Vitali - Presidente dell’Associazione Culturale Le Tarot, medievista e storico del simbolismo, è considerato a livello accademico una fra le massime autorità internazionali per quanto riguarda lo studio dei tarocchi. A lui si deve, oltre ai progetti storico-scientifici delle più importanti esposizioni sull’argomento realizzate in Italia e all'Estero, la decifrazione in ambito iconologico storico delle figure più emblematiche dei Trionfi (Arcani Maggiori). I suoi saggi sull’argomento sono stati tradotti in sei lingue. In trent'anni di studi sui tarocchi ha scritto numerosi libri, oltre a centocinquanta saggi storici, online presso il sito dell’Associazione Le Tarot. L'Università di Chiasso ha richiesto la sua competenza per lezioni superiori (lectio magistralis) di simbolismo per i propri Dipartimenti di Psicologia e Sociologia. È inoltre titolare della cattedra di “Tarocchi: storia e divinazione” presso la Libera Università degli Studi Esoterici - Dipartimento UniMoscow di Lecce.